Benvenuti nel sito personale di Germano Antonini

Benvenuti nel sito personale di Germano Antonini - Germano Antonini Home Page

Questo sito vuole essere uno spazio dedicato principalmente alla musica.
Troverete informazioni su di me, sulla mia attività di musicista compositore.
Potrete ascoltare brani inediti di mia composizione, e originali interpretazioni di alcune cover.

L'idea nasce dalla voglia di comunicare con il mondo in un'era in cui comunicare di persona è diventata un impresa assai ardua!

E' così che ho deciso di creare questo spazio, dove posso condividere in qualche modo la mia passione per la musica, dove tutti possono ascoltare le mie composizioni, e in special modo per il Jazz, a cui ho dedicato ampio spazio in "Jazz Manìa".

Non è a scopo di lucro, ma al contrario, metterò a disposizione di tutti, oltre che i miei brani, la mia conoscenza, se pur modesta, sulla storia della musica Jazz.

Troverete articoli, aneddoti, foto, e file mp3 da ascoltare, nonchè approfondite considerazioni sui grandi musicisti del presente e del passato, relativi al mondo infinito del Jazz...

Buona navigazione a tutti...

Germano Antonini



Keith Jarrett

Keith Jarrett - Germano Antonini Home Page
Quello che state ascoltando è un brano di Keith Jarrett "Whisper not"  tratto dall'omonimo album in formazione trio standard con Gary Peacock al contrabbasso e Jack DeJohnette alla batteria, in un live di Parigi del 1999.

Pianista strepitoso,  tra i più grandi della storia del Jazz moderno, io aggiungo, forse il più grande di sempre.
Lo vediamo quì ritratto in una foto al famossissimo concerto di colonia nel gennaio del 1975, dove suonò improvvisando al piano per oltre un'ora. Impressionando il mondo della musica con la sua performance che passò alla storia.

Di Keith si potrebbe parlare per giorni, e non basterebbe la vita per ascoltare tutto quello che ha inciso.
Dal pianismo classico al Jazz passando per sperimentazioni e collaborazioni di ogni genere.

Oggi per vederlo dal vivo, con il trio di cui sopra, occorre pagare 200 euro per un biglietto, assolutamente giustificati a parer mio. Sicuramente il trio pianistico Jazz più forte di tutti i tempi. Gli unici degni eredi del Bill Evans Trio.

Per fermare l'ascolto, (non fatelo) cliccate sul pulsante arancione in alto a sinistra.

Per ascoltare un'altro assaggio della tecnica vertiginosa del trio cliccate sul file mp3
Groovin' High Groovin' High [5.987 Kb]

Ella Fitzgerald

Ella Fitzgerald - Germano Antonini Home Page

La frase che sottotitola questa Home Page è di Ella Fitzgerald
Quando un giornalista le chiese: "ma che cos'è lo swing?"
Lei rispose così...

Grande Ella... rimarrai sempre nel cuore di tutti i Jazzisti.

Quì sotto uno dei brani più storici cantato dalla grande Ella.

Misty Misty [2.090 Kb]

Louis (Daniel) Armstrong

Louis (Daniel) Armstrong - Germano Antonini Home Page

In questa Home Page non poteva mancare lui...

Il padre indiscusso di tutta la musica Jazz, e aggiungo di tutti i musicisti...

Il suo carattere meraviglioso, la sua voce straordinaria e unica, fatta apposta per il Jazz, il suo modo di suonare la tromba, le sue stupende composizioni, l'unico che riuscì a togliere il primo posto in classifica ai Beatles con "What a wonderful world" nel 1966.

Louis Armstrong è senza dubbio il centro assoluto di tutta la storia del Jazz, e forse di tutta la musica moderna e non...

Il suo elevato senso civico e la sua umiltà fanno di lui un uomo eccezionale.
Abbiamo tutti da imparare da lui!

Di Armstrong non basterebbe tutta la rete per riuscire a descriverne l'anima...

In questa foto possiamo apprezzare il suo modo di ridere che meterebbe di buon umore chiunque...

Si dice che sia lui l'inventore dello swing...

Cos'altro aggiungere? ... ogni parola, ogni aggettivo, non sarebbero all'altezza di quest'uomo assolutamente straordinario!



Pat Metheny

Pat Metheny - Germano Antonini Home Page

E di certo non poteva mancare Pat Metheny
Chitarrista dell'era moderna del Jazz.
Dal Jazz-Rock degli anni 70 alla fusion degli anni 80 ha venduto forse più di tutti.

La ricerca raffinata del suono delle sue chitarre, e la tecnica infuocata del suo tocco, fanno di lui un mito per tutti i chitarristi del mondo.

Sempre alla ricerca di continue sonorità, e di stili, ha inciso album molto diversi tra loro, dal primo grande successo di "American Garage" del 79 con il quale vinse il disco d'oro, 500.000 copie, alle performance più melodiche, dal tocco brasiliano, degli anni 80, passando per dischi strepitosi come "80/81" album tra il free e bop con il batterista Jack DeJohnette, il bassista Charlie Haden, e i sax tenori di Michael Brecker e Dewey Redman.
Anche le performance eteree insieme al tastierista Mays si ricordano con piacere...

I suoi tour più importanti sono quelli del "Pat Metheny Group" , in quel periodo si parlava di Metheny in tutto il mondo.

Anche Metheny, in un intervista, sottolineò l'impronta indelebile che John Coltrane ha lasciato nell'era moderna del Jazz.

Ascoltiamolo in questo stupendo  assolo alla chitarra (midizzata) tratto dal brano the longest summer

The longest summer The longest summer [1.899 Kb]

Album

 

45 giri

 

Piano Bar

 

Piano Solo

 

Collaborazioni

 

Barbara Brugè Voice

 

Alberto Di Gianfelice Sax

 

Giulio Porega Percussion

 

Gianluca Battisti Guitar

 

MyPhotoGallery 2

 

Jazz Manìa

 

Storia del Jazz

 

JazzPhotoGallery

 

Aneddoti Curiosità

 

I Grandi Pianisti

 

Poesie

 

SALT PEANUTS